Acquedotto Pugliese approva il Bilancio d’Esercizio 2017: utili saliti a 19 mln di euro

Nella foto: la vasca di un depuratore gestito da AQP

Nella foto: la vasca di un depuratore gestito da AQP

L’Assemblea degli azionisti di Acquedotto Pugliese SpA ha approvato il Bilancio di Esercizio e il Bilancio di Sostenibilità 2017.

L’utile di esercizio sale a 19 Mln di Euro, il valore della produzione si attesta a 528 Mln di Euro.

Fatto di notevole rilievo per l’Azienda è stata la Legge di Stabilità 2018 (Legge n. 205 del 27 dicembre 2017) che proroga il Periodo di Concessione e concorre alla costituzione di una Società dello Stato per il rafforzamento della struttura di approvvigionamento Idrico delle Regioni del Mezzogiorno.

“Abbiamo ora tutti gli elementi per indirizzare ulteriormente ogni sforzo organizzativo e gestionale. L’acqua bene comune è un valore imprescindibile per ogni scelta di sviluppo futuro. Tutto ciò per garantire nuova dimensione e crescita adeguata ai nostri territori.

Questa scelta diventa obbligata anche alla luce dell’acuirsi degli eventi metereologici che interessano sia il nostro Paese, sia la nostra regione e che pongono una seria riflessione sulle prospettive di governo della risorsa acqua.

Ulteriori stimoli su cui l’Azienda è già impegnata rinvengono dalla recente delibera ARERA riguardo, in particolare, al miglioramento della nostra rete”.

E’ quanto dichiara l’Amministratore Delegato di AQP, Nicola De Sanctis.

“Caratteristica di questo Bilancio è la responsabilità e la consistenza aziendale che si ricava dalla lettura dei suoi elementi. Detto risultato è da ascriversi alla risorsa più preziosa di cui l’Azienda dispone: il personale tutto. Ad esso rivolgo il mio più vivo ringraziamento per il crescente impegno con cui ha operato e continua a farlo”.img_0384

“AQP si conferma Società solida ed in crescita – dichiara il Presidente di AQP, Simeone di Cagno Abbrescia impegnata a garantire qualità e continuità del servizio ai suoi clienti, pur nelle difficoltà dovute ai cambiamenti climatici e alle emergenze naturali sempre più ricorrenti e di lunga durata. Ciò ci obbliga ad attivare tutte quelle iniziative utili a tutelare l’acqua come risorsa preziosa e a ricercarla in ogni direzione possibile. La gestione aziendale e la lettura dei risultati di Bilancio offrono utili indicazioni della direzione e degli obiettivi strategici da perseguire”.

“Con i dati di bilancio appena diffusi, Aqp si conferma realtà solida, affidabile e a servizio del territorio: un patrimonio di tutti i pugliesi da preservare, tutelare e valorizzare, come la buona acqua che distribuisce. Abbiamo trascorso un anno difficile con eventi naturali di portata eccezionale che l’Azienda ha affrontato con determinazione. Situazioni dalle quali scaturisce il nostro rinnovato impegno a profondere ogni energia per costruire un futuro di prosperità, a partire dal potenziamento della rete, fino alla ricerca di

Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in visita ad un impianto di depurazione

Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in visita ad un impianto di depurazione

ulteriori fonti che possano dare maggiore sicurezza al sistema nel suo complesso. È impegno condiviso, altresì, accrescere sempre più l’utilizzo delle acque depurate in agricoltura, completando così il ciclo delle acque, perché nulla sia sprecato del prezioso liquido. I risultati confermano la validità della scelta verso un servizio gestito da una società pubblica che lavora con professionalità e competenza nell’esclusivo interesse dei cittadini” – dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Diversi sono i fattori che hanno prodotto effetti nel conto economico del Bilancio 2017, evidenziati anche nel Bilancio di Sostenibilità. Ogni sforzo è stato posto in campo per trasformare le difficoltà contingenti e le crisi registrate in opportunità.

Il 2017, infatti, è stato un anno caratterizzato da due eventi climatici di natura eccezionale e particolarmente avversi che hanno avuto un forte impatto sul sistema di approvvigionamento di AQP e più in generale sulla operatività aziendale:

  • la pesante ondata di gelo a gennaio 2017 che ha provocato ingenti danni alle reti;
  • la prolungata siccità che ha investito l’intero Paese e che ha causato una fortissima riduzione dell’acqua disponibile alle fonti.

Eventi a cui l’Azienda ha reagito con determinazione ed immediatezza ponendo in essere tutta una serie di iniziative che nel complesso sono riuscite a mitigarne gli effetti negativi sul servizio.

nomine_pag_3 (FILEminimizer)

L’utile

Il risultato netto di gestione registrato è pari a 19 Mln di Euro, in aumento del 23% rispetto all’anno precedente.

Esso è determinato a valle di ammortamenti e accantonamenti effettuati per un importo pari a 147 Mln di Euro ed imposte (correnti, differite e anticipate) per circa Euro 3 Mln, al netto dell’impatto positivo per imposte di esercizi precedenti pari a circa Euro 13 Mln.

Il valore della produzione

Il Bilancio 2017 ha registrato 528 Mln di Euro del valore della produzione con una riduzione del 4% rispetto all’anno precedente. Tale riduzione è dovuta principalmente a conguagli negativi di anni precedenti.

I costi di esercizio

I costi di esercizio si sono attestati a 361 Mln di Euro, con una diminuzione  di circa l’1% rispetto all’esercizio precedente.

I costi che hanno maggiormente inciso sullo scostamento rispetto all’esercizio precedente sono:

  • maggior costo del trasporto e smaltimento dei fanghi di depurazione;
  • maggior costo di approvvigionamento idrico connesso alla crisi idrica;
  • contenimento delle voci più rilevanti delle voci di AQP relative al costo dell’energia elettrica e al costo del personale.

La situazione patrimoniale

Questi i principali fenomeni al 31 dicembre 2017:

  • incremento delle immobilizzazioni per investimenti;
  • diminuzione dei crediti commerciali netti;
  • decremento dei debiti finanziari e conseguente miglioramento della posizione finanziaria netta;
  • decremento debiti verso fornitori.

Gli Investimenti

Gli investimenti vengono pianificati dall’Autorità d’Ambito ed hanno estensione temporale di 4 anni. La normativa nazionale prevede, altresì, una revisione periodica degli stessi ogni due anni. Il Piano in corso, relativo agli anni 2016/2019 è, attualmente, in fase di naturale revisione per priorità e tempi di realizzazione degli interventi non sempre dipendenti da AQP.

Con il microtunnelling il cantiere intelligente

L’introduzione del nuovo Codice degli Appalti e delle successive Linee guida hanno determinato un rallentamento fisiologico negli appalti delle pubbliche Amministrazioni.

Gli investimenti di Acquedotto Pugliese, realizzati nel corso del 2017, sono principalmente riferiti a risanamenti, potenziamenti di reti e impianti e ad adeguamenti normativi per un totale di 144 Mln di Euro, così suddivisi:

  • approvvigionamento e distribuzione idrica 40 Mln di Euro,
  • fognatura 37 Mln di Euro,
  • depurazione 63 Mln di Euro,
  • altro, 4 Mln di Euro.

Nel corso dell’anno, l’Azienda ha dato grande impulso al comparto depurativo, attraverso la progettazione e la realizzazione di numerosi interventi finalizzati al potenziamento degli impianti di depurazione gestiti e di alcuni recapiti finali. Azioni pianificate dalla Regione Puglia e finanziate per lo più nell’ambito del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.

Per quanto riguarda le opere di approvvigionamento e distribuzione idrica tra le tante si segnalano:

  • l’intervento dello Schema Molisano destro ramo settentrionale a servizio dei Comuni di Alberona, Biccari, Roseto Valfortore, Castelluccio Valmaggiore, Celle San Vito e Faeto finanziato nell’ambito del nuovo Programma POR Puglia 2014-2020;
  • i lavori di Risanamento della Diramazione di Manfredonia finanziati nell’ambito del nuovo Programma POR Puglia 2014-2020;
  • i lavori della costruzione rete idrica nell’abitato di Torre Suda finanziato nell’ambito del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione
  • i lavori di risanamento delle condotte idriche passanti per il ponte Punta Penna (Taranto).

Per quanto riguarda le opere di fognatura si segnalano interventi di estendimento e potenziamento delle reti. Fra tali interventi, si menzionano:

  • il potenziamento ed estendimento della rete fognaria di Frigole, Torre Chianca e Foggia finanziato nell’ambito del Programma POR Puglia 2014-2020,
  • la costruzione della rete fognaria nell’abitato di Torre Suda finanziato nell’ambito del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e la rete fognaria nella zona di Calendano Ruvo finanziato dai fondi del Commissario delegato;
  • il potenziamento della rete fognaria nell’abitato di Altamura.

Nella prospettiva di sostenere ulteriori ambiziosi piani di investimenti, AQP ha perfezionato a fine anno un mutuo di 200 Mln di Euro con la Banca Europea degli Investimenti, nell’ambito del piano Juncker, che sosterrà la realizzazione di oltre 100 interventi rivolti al risanamento e al potenziamento della rete idrica e degli impianti per il trattamento delle acque, al fine di garantire una sempre maggiore tutela della risorsa e una sempre migliore qualità del servizio in tutto il territorio servito.

 

Il Bilancio di sostenibilità

Dalla centralità del Cliente alla valorizzazione del Personale, dalla promozione della Salute e della Sicurezza alla tutela dell’Ambiente. Piani di Formazione mirati. Sono alcuni dei più significativi obiettivi del Bilancio di Sostenibilità 2017.

Anticorruzione e Trasparenza, una Governance più efficace anche attraverso l’Internal Audit & Process Improvement, funzioni di verifica dei processi, con quelle, più sistematiche dell’organizzazione aziendale per l’ottimizzazione dei processi di controllo, di gestione dei rischi e di corporate governance.

Il già capillare sistema di Gestione Sistema Integrato (qualità, ambiente e sicurezza) e le relative certificazioni prevedono l’implementazione del Sistema di Gestione dell’Energia includendo la diagnosi energetica dei siti significativi individuati.

Il valore aggiunto globale lordo generato e distribuito agli Stakeholder è di 240 Mln di Euro.

La Comunicazione

Dall’8 all’11 ottobre, Acquedotto Pugliese ha ospitato a Bari in collaborazione con Utilitalia il “Festival dell’Acqua”, presso l’Università di Bari. Il festival si è avvalso, tra gli altri, del patrocinio del ministero dell’Ambiente e della Regione Puglia. L’organizzazione è stata curata in collaborazione con Legambiente, Accademia delle Belle Arti, Biblioteca Nazionale di Bari e Associazione Idrotecnica Italiana. La manifestazione, che ha fatto registrare la partecipazione di migliaia di visitatori, si è articolato in 32 sessioni tecnico-scientifiche (con 218 relatori e 1800 partecipanti), 80 laboratori didattici, con il coinvolgimento di 7600 studenti, 8 approfondimenti culturali, tra conferenze, seminari e lectio magistralis. Tra gli ospiti: 20180515_113531Michele Mirabella, Luca Mercalli, Sergio Rubini, Luciano Canfora. All’interno della manifestazione sono stati organizzati, altresì, concerti proiezioni cinematografiche in collaborazione con Apulia Film Commission, mostre.

Lo storytelling ha lo scopo di comunicare l’impegno di una comunità di lavoro verso l’ambiente e il territorio attraverso il racconto di storie e la condivisione di forme diffuse di partecipazione alla gestione di un bene comune irrinunciabile come l’acqua. La mostra fotografica storica itinerante La fontanina racconta, FontaninApp, le crescenti visite al Museo aziendale e alla sede storica di AQP, opera minuziosa e preziosa di Duilio Cambellotti, la valorizzazione degli impianti più significativi, a partire dalle sorgenti, le diverse campagne di comunicazione nelle crisi, l’house organ La Voce dell’acqua, tutte queste iniziative concorrono in profondità a determinare l’immagine e la percezione del brand. In tal modo è rappresentato il forte impegno aziendale al conseguimento di una impronta green e didattica, molto apprezzata dall’opinione pubblica a dal mondo della scuola.

La formazione

AQP Water Academy, unità aziendale preposta alla formazione, ha proseguito nelle attività mirate allo sviluppo delle competenze professionali, anche verso il territorio.

Nel 2017 si sono tenuti 147 corsi di formazione professionale dedicati al personale interno, per un totale di oltre 25.000 ore. Sono state impegnate, altresì, 14.000 ore di formazione verso l’esterno in un’ottica di scambio di esperienze lavorative e buone pratiche professionali, attraverso progetti di welfare to work frutto di collaborazione con il territorio (scuole, università, enti e altri).

I Fornitori

Aggiudicate gare per 184 Mln di Euro con significative ricadute sull’imprenditoria regionale. Su un totale di n. 180 appalti per lavori e acquisti di beni e servizi il 76% ha riguardato fornitori locali.

A partire dal 1 gennaio 2018, sono cancellate le spese di istruttoria a carico delle imprese per l’iscrizione e i rinnovi triennali all’albo dei fornitori.

Il provvedimento è mirato ad allargare la platea delle imprese interessate a collaborare con Acquedotto Pugliese favorendo soprattutto le aziende di piccola e media dimensione molto diffuse sul territorio.

Nell’anno concluso, il 99% delle gare sono state espletate on line, con ampia riduzione di tempi e garanzia di trasparenza, conseguendo obiettivi di sostenibilità ambientale attraverso l’eliminazione della documentazione cartacea. L’utilizzo della piattaforma di e-procurement e dei suoi sistemi tecnologici innovativi, consente ad AQP di ottenere un innalzamento dei valori di economicità ed efficacia nel sistema degli appalti, a tutto vantaggio della collettività.

I clienti

Tra le novità di servizi predisposti nel 2017 si segnala, in fase di positiva sperimentazione, il servizio “Salta la coda” che consente ai clienti di prenotare l’accesso allo sportello di assistenza clienti concordando giorno e fascia temporale. L’iniziativa s’inserisce nel quadro delle attività promosse dall’area Customer Experience di Acquedotto Pugliese, nata per monitorare il grado di soddisfazione dei clienti e generare esperienze AQP premiato da una ricerca sulla qualità del serviziopositive nel rapporto con l’azienda, suggerendo azioni per migliorare il servizio.

In crescita il trend di accesso dei clienti e dei cittadini ai canali telematici, con conseguente decrescita dei contatti tradizionali.

Il riconoscimento “Top 2018: le aziende con il miglior servizio ai clienti”, classifica redatta da società di ricerche tedesca leader Statistica per conto del settimanale Panorama, ratifica l’impegno aziendale in vista della qualità del servizio raggiunto.

La potabilizzazione

L’acqua prelevata dagli invasi viene sottoposta a rigorosi trattamenti di potabilizzazione che la rendono sicura e di qualità.

Nel corso dell’anno sono state immesse in rete le acque potabilizzate dal nuovo impianto a servizio dell’invaso di Conza in Campania. Un ‘opera che accresce ulteriormente la disponibilità di acque con positivi benefici per la sicurezza del sistema idrico nel suo complesso.

Tecnico AQP al lavoro nel laboratorio centrale delle acque di Bari

Tecnico AQP al lavoro nel laboratorio centrale delle acque di Bari

La qualità dell’acqua

La qualità del servizio offerto da AQP è garantita da una rete di laboratori dislocati su tutto il territorio gestito e presso gli impianti di potabilizzazione. Nel 2017 i parametri chimici e microbiologici monitorati sono stati 532.741.

Alcuni principali indicatori di potabilità sono, altresì, controllati in tempo reale, attraverso un sistema di telecontrollo lungo la rete adduttrice.

La depurazione

Aqp gestisce 184 impianti di depurazione e 5 impianti di affinamento.img_5658

L’impianto di depurazione di Noci dal 2017 consegna acqua per il riutilizzo ambientale al lago artificiale Milecchia.

Nel 2017 sono stati prodotti dal processo di depurazione 245 mila tonnellate di fanghi, di cui 181 mila riutilizzati e i restanti 64 mila smaltiti in discarica.

I fanghi smaltiti in discarica sono aumentati di circa 10 volte rispetto al 2015 e sono raddoppiati rispetto al 2016.

Al fine di verificare l’utilizzo di nuove tecnologie per una riduzione dei fanghi prodotti e/o di implementare le stazioni di trattamento esistenti con linee per la produzione di fertilizzanti, l’Azienda è impegnata in diverse iniziative di ricerca e sperimentazione:

  • tecnologia non convenzionale SBBGR (Sequenching Batch Biofilter Granular Reactor), in collaborazione con IRSA CNR e CISA SpA;
  • nuovi sistemi che consentano di ridurre la produzione, migliorare la qualità e favorire il riuso dei fanghi, finanziata da Regione Puglia;
  • sistema di riduzione significativa del volume e del contenuto in solidi sospesi dei fanghi, mediante un processo di lisi in grado di lavorare con temperatura non superiore a 100°C e a pressione atmosferica;
  • implementazione di un processo, in linea alle stazioni esistenti del trattamento fanghi, per trasformare gli stessi in fertilizzanti correttivi, gessi di defecazione, ecc.;
  • impianto innovativo, che attraverso la digestione anaerobica termofila con riciclo meccanico e strippaggio dell’ammoniaca in eccesso, generato dalla lisi della sostanza organica, consenta di ottenere un efficace stabilizzazione e igienizzazione dei fanghi trattati garantendo un prodotto ammendante e fertilizzante per l’agricoltura.

Energia

Attualmente sono in esercizio n. 4 centrali idroelettriche (Battaglia, Padula, Barletta e Monte Carafa) con una potenza installata complessiva pari a 3,2 MW e n. 4 impianti fotovoltaici (San Giovanni Rotondo, Poggiorsini, San Giorgio Jonico e Parco del Marchese) per complessivi 1,2 MW che hanno consentito di generare energia elettrica da fonti rinnovabili per circa 2,82 GWh.

Il minor apporto di risorsa idrica dalle sorgenti campane, ha determinato l’incremento dell’approvvigionamento da fonti idriche a maggiore consumo energetico, come gli impianti di potabilizzazione del Sinni e Locone ed i pozzi, parzialmente compensato dall’utilizzo, a partire dal giugno 2017, delle acque trattate dal potabilizzatore di Conza, meno energivoro.

La minori precipitazioni e gli interventi di efficienza energetica messi in campo, anche attraverso la sostituzione di apparecchiature elettromeccaniche con altre a più alta efficienza, hanno consentito la riduzione dei consumi nella fase di allontanamento dei reflui fognari.

La reportistica sociale e ambientale obiettivo strategico  per AQP

Emissioni di CO2

L’attività di produzione di energia elettrica ha contribuito ad evitare l’emissione di 1.146t di CO2 in atmosfera.

“La gestione complessiva delle diverse variabili che influenzano il Bilancio, così come si evince dalla ricchezza e dalla complessità dei numeri esposti, ha permesso di raggiungere risultati positivi e ci vedono tutti impegnati a proseguire per il conseguimento di ancora più elevati obiettivi per l’Azienda.”

Ha commentato l’A.D. Nicola De Sanctis.

“Ci sono sfide da cogliere. Dietro ognuna di esse ci sono clienti, cittadini, comunità, un vasto e ampio territorio sempre in crescita. L’acqua ha segnato la vita, la nascita e lo sviluppo dell’uomo. La Puglia, appena un secolo fa, è nata a nuova vita con il suo Acquedotto. Un impegno che si rinnova nel lavoro quotidiano di tanti con l’obiettivo di consegnare alle future generazioni una realtà aziendale viva e tecnologicamente avanzata”.