Una biblioteca per insegnare ai bambini il valore dell’acqua

biblioteca

 

Imparare come funziona il ciclo dell’acqua, insegnare i temi del risparmio idrico, raccontare l’importanza “storica” del più grande acquedotto d’Europa partendo dai più piccoli. Per questo in occasione del World Water Day (la giornata mondiale dell’acqua) Aqp ha lanciato, con il patrocinio della Regione, l’iniziativa “Splash, cick, plin, cioff, ciak – L’acqua racconta”: una biblioteca sull’acqua donata a tutti i reparti pediatrici degli ospedali pugliesi.

“Una iniziativa di cui siamo particolarmente orgogliosi – ha detto l’amministratore unico di Aqp, Nicola Costantino, consegnando i primi volumi all’ospedale pediatrico “Giovanni XXIII” di Bari – perché ha una forte valenza sociale e punta a ispirare una riflessione su una questione critica come quella dell’acqua”. Una soddisfazione condivisa dal presidente della Regione, Nichi Vendola: “Il bambino – ha detto – non va mai privato dei propri diritti all’apprendimento. Per questo l’idea di creare una biblioteca in un luogo emblematico come quello che accoglie i bambini malati serve a rendere gli ospedali luoghi che non assomiglino a delle prigioni. Grazie ai bambini dobbiamo combattere il cattivo uso dell’acqua, lo spreco, dobbiamo far crescere la cultura dell’acqua e della responsabilità globale”.

La biblioteca dell’Acquedotto contiene volumi dedicati alle diverse fasce d’età. “Splish Splash”,  per bambini a partire dai 3 anni, è ad esempio un libro illustrato per scoprire il ciclo dell’acqua. Con “Lina Goccina”, per bambini a partire dai 4 anni, una goccina percorre il viaggio dell’acqua in compagnia di Rino Tubicino dalle sorgenti sino al mare. “Pugliabella”, a partire dai 5 anni, è il primo libro, illustrato a colori, sulla storia dell’Acquedotto Pugliese. “Amo L’Acqua”, per ragazzi dagli 8 ai 14 anni, spiega cosa accade nel lungo viaggio dell’acqua dalla fonte al mare e come l’acqua arriva nelle nostre case. C’è poi il Teatrino di Pugliabella, un teatrino cartonato da colorare ispirato alla storia di Pugliabella, e ancora i segnalibri con le 10 regole d’oro per il risparmio idrico e una serie di poster colorati per ricordare l’importanza del risparmio della risorsa idrica.