I cattivi odori si combattono insieme grazie a Odortel!

Nella foto, il depuratore di Polignano a Mare

Nella foto, il depuratore di Polignano a Mare

Avviato Odortel 2.0, l’innovativo sistema di rilevazione degli odori a servizio del depuratore di Polignano a Mare. Il dispositivo è frutto di una collaborazione con uno spin-off dell’Università di Bari e si basa sulla partecipazione attiva dei cittadini.

A partire da oggi, grazie alla sinergia con LEnviroS, società spin-off dell’Ateneo barese, è attivo un sistema digitalizzato per la segnalazione di possibili disagi olfattivi, prodotti dall’impianto di depurazione di Polignano a Mare.

Si chiama Odortel 2.0 l’innovativo dispositivo informatico: un sistema di comunicazione/ricezione telefonica a disposizione dei cittadini, che consente di

Il pannello elettronico di controllo del depuratore di Polignano a Mare

Il pannello elettronico di controllo del depuratore di Polignano a Mare

registrare, in tempo reale, la segnalazione di eventuali odori molesti e ottimizzare le tempistiche per il monitoraggio degli stessi.

Protagonisti del progetto i cittadini stessi a cui il servizio è rivolto: il sistema si basa, infatti, sul supporto di un gruppo di volontari, definiti “recettori sensibili”, georeferenziati sul territorio, che comunicano la percezione e l’intensità del disturbo olfattivo in tempo reale, contattando un centralino telefonico.

Dopo l’identificazione, il “recettore” comunica l’intensità dell’emissione odorigena tramite i tasti del telefono (1 per un odore “appena percettibile”, 2 per un odore “persistente” e 3 per un odore “molto forte”): così, con una semplice telefonata, il disturbo percepito è digitalizzato dal sistema, la segnalazione registrata in un database e la chiamata visualizzata in tempo reale su una mappa di Google Earth.

Le acque depurate rilasciate dall'impianto

Le acque depurate rilasciate dall’impianto

Al superamento di una soglia preimpostata di segnalazioni in un arco temporale definito, viene prelevato un campione di aria. Simultaneamente viene inviato un sms al laboratorio della LEnviroS, per il ritiro del campione e le relative analisi olfattometriche, effettuate secondo le prescrizioni tecniche internazionali, in modo da oggettivare la percezione dei recettori e valutare l’intensità del disagio.

Al servizio di rilevazione e segnalazione possono contribuire tutti i cittadini interessati: per diventare “recettore sensibile” basta compilare l’apposito modulo scaricabile sul link

http://www.odortel.com/adesione-odortel.pdf o dal sito AQP e inoltrarlo al seguente indirizzo di posta elettronica: info@odortel.com.

Un significativo intervento, che garantirà ai cittadini un servizio sempre più efficiente e in linea con l’impegno dell’Acquedotto a rispondere positivamente alle reali aspettative del territorio servito.

 

Mimmo Larovere