• Home »
  • Pianeta Acqua »
  • I laboratori di Acquedotto Pugliese promossi per competenza e qualità dei controlli sull’acqua

I laboratori di Acquedotto Pugliese promossi per competenza e qualità dei controlli sull’acqua

I controlli sull’acqua di rubinetto effettuati dai laboratori di Acquedotto Pugliese sono affidabili e di elevata qualità tecnica. Lo certifica anche quest’anno Accredia – l’Ente nazionale di accreditamento designato dal governo italiano ad attestare la competenza, l’indipendenza e l’imparzialità degli organismi di certificazione, ispezione e verifica, e dei laboratori di prova e taratura.

L’acqua – sottolinea il Presidente di Acquedotto Pugliese, Simeone di Cagno Abbresciaè una risorsa preziosa per il benessere collettivo, per la vita. Grazie al lavoro attento e scrupoloso dei nostri specialisti, ai controlli che effettuiamo ininterrottamente sulle reti e all’impegno di tutta la squadra AQP, siamo in grado di garantire acqua buona a quattro milioni di cittadini”.

Bere l’acqua di rubinetto – commenta l’Amministratore Delegato, Nicola De Sanctis rappresenta una scelta sostenibile, sempre più condivisa. In base a una recente indagine di Customer Satisfaction, condotta da un primario istituto di rilevazioni statistiche, un numero sempre più elevato di clienti dichiara di bere l’acqua di Acquedotto Pugliese: il 54,8% rispetto al 52,8% del 2014. Un trend in continua crescita, segno di una sempre maggiore fiducia nei confronti dell’acqua erogata da AQP”.

Dopo dieci giorni di visite ispettive nei laboratori AQP di Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto il team di ispettori di Accredia, composto da esperti in microbiologia e chimica, ha confermato che i laboratori AQP operano in conformità con la severa norma ISO17025:2018 e rilevato con quanta attenzione e professionalità sono eseguite le analisi sull’acqua potabile.

Premiato il lavoro di squadra, il continuo scambio di informazioni e know how, che fanno dei tecnici di laboratorio AQP un team orientato al miglioramento delle prestazioni. 

Nel 2018, i laboratori hanno effettuato sulle acque potabili, analisi su oltre 15mila campioni prelevati su acque distribuite e fonti, per oltre 452mila parametri.

Alcuni principali indicatori di potabilità sono, altresì, controllati in tempo reale da remoto, attraverso il telecontrollo, un articolato sistema di sensori distribuiti lungo l’intera rete di adduzione.

AQP ha sottoscritto con l’Istituto Superiore di Sanità una convenzione finalizzata alla redazione di un Piano di Sicurezza dell’Acqua (PSA). Il progetto coinvolge ARPA Puglia e l’Assessorato Regionale alla Salute. L’approccio innovativo alla base del PSA prevede l’esame dell’intero sistema idrico in un’ottica preventiva, al fine di valutare in anticipo i rischi e porre in essere eventuali contromisure.