Interreg Re Water. La visita al depuratore di Gallipoli completa la due giorni sul riutilizzo delle acque reflue

Si è conclusa la seconda e ultima giornata di lavori per i tecnici di AQP, impegnati a Gallipoli nel seminario tecnico previsto dal progetto INTERREG REWATER. La visita all’impianto ha dato modo ai partecipanti di apprezzare le qualità tecniche del sito, un’eccellenza nel settore delle attività depurative. L’impianto di Gallipoli è infatti attrezzato per sottoporre l’intera portata delle acque a trattamenti di affinamento per il riutilizzo in agricoltura.

L’obiettivo di AQP è permettere l’utilizzo delle acque prodotte e già impiegate in campo agricolo anche per ulteriori utilizzi. In particolare, il Comune di Gallipoli potrà beneficiare tramite il Progetto RE WATER delle acque depurate anche per il lavaggio delle strade, evitando così sprechi.

Dopo questo primo workshop condotto da AQP, la prossima tappa vedrà coinvolti gli studenti del Politecnico di Bari in una visita, sempre nell’impianto di Gallipoli, guidata dal prof. Danilo Spasiano. Politecnico di Bari è partner accademico del consorzio internazionale, le cui ricerche confluiscono insieme a quelle dell’Università di Patrasso nelle applicazioni di Acquedotto Pugliese e dell’ente di gestione idrica di Patrasso.

Il progetto Re-Water punta a facilitare l’introduzione di tecnologie e processi ecosostenibili nella gestione delle acque reflue. Finanziato nell’ambito del programma INTERREG GREECE-ITALY, RE WATER attua azioni tecniche e di sensibilizzazione per contrastare l’inquinamento delle acque marine, in particolare tramite una migliore gestione e successivo riutilizzo degli scarichi urbani.

RE WATER persegue il proprio obiettivo agendo su più fronti: tramite lo studio dei due casi pilota nei comuni di Gallipoli e di Patrasso, il progetto punta a definire delle linee guida per una gestione transfrontaliera e sostenibile delle acque reflue. Al tempo stesso, RE WATER intende trasferire il proprio bagaglio di innovazione tecnica a diversi decisori politici; per far questo, i partner svolgeranno in Grecia e in Italia dei workshop tematici rivolti a cittadini, pubblica amministrazione e personale tecnico.