L’ambiente sale in cattedra

cassano

“Acqua Bene Comune”, il progetto dell’Acquedotto Pugliese finalizzato alla valorizzazione dell’acqua pubblica, grazie all’adozione di buone pratiche per un utilizzo corretto della risorsa idrica, approda a Cassano Murge, comune tra i più virtuosi in Puglia in tema di rispetto e tutela dell’ambiente; infatti è tra i primi comuni della regione dove è partita la raccolta differenziata.

L’iniziativa è stata presentata presso la scuola “La casa del fanciullo”, alla presenza dei numerosi alunni, del sindaco Maria Pia Di Medio, dell’assessore all’Ambiente Carmelo Briano, dell’amministratore unico di ASECO Vincenzo Romano e del responsabile della comunicazione e delle relazioni esterne di AQP Vito Palumbo.

Nel corso dell’incontro sono state illustrate le varie fasi del ciclo dell’acqua ma, soprattutto, le qualità di “Terra di Puglia”, il terriccio prodotto da ASECO, grazie al trattamento dei rifiuti secondo processi biologici naturali.

Non solo parole ma anche una dimostrazione “sul campo”.

Alla scuola, infatti, sono stati portati diversi sacchi del pregiato terriccio, che i bambini, muniti di palette e secchielli, hanno utilizzato per mettere a dimora piante e fiori. Una pagina alternativa di educazione ai valori della natura.

Un modo semplice e concreto di formare le giovani coscienze al rispetto dell’habitat in cui viviamo e all’ideale di uno sviluppo ecosostenibile.

“Acqua bene comune”, dunque, continua a mietere consensi, come dimostra una volta di più la nuova adesione al progetto da parte dell’amministrazione comunale  di San Michele Salentino, che ha siglato un protocollo d’intesa con l’Acquedotto Pugliese.

Tutte le informazioni sull’argomento sono sul sito www.aqp.it.

 

Caterina Quagliarella