L’impegno di Acquedotto Pugliese per Gallipoli

L’impegno di Acquedotto Pugliese per GallipoliUn protocollo d’intesa per dare una risposta al problema della morosità nei pagamenti dei canoni per la fornitura idrica presso gli alloggi di edilizia residenziale pubblica. È stato sottoscritto dal vicepresidente dell’Acquedotto Pugliese, Lorenzo De Santis, dal commissario straordinario del Comune di Gallipoli, Guido Aprea, e dall’amministratore unico di Arca Sud Salento (ex Iacp), Vito Bruno, nel corso di un incontro presso il municipio salentino.

L’obiettivo è provvedere all’installazione di contatori autonomi per ogni utenza, al posto di un unico misuratore condominiale, con costi, senza interessi, che saranno spalmati nell’arco temporale di un anno. Laddove, per problemi tecnici, questa soluzione non fosse praticabile, si punterà su contatori intelligenti di ultima generazione, i cui costi saranno sostenuti per metà da Arca Sud e per metà da AQP.

Solo così sarà possibile distinguere tra condomini in regola con il pagamento e quanti, invece, no, sospendendo l’erogazione idrica solo a questi ultimi.

Dopo l’incontro in Comune, il vicepresidente De Santis e il commissario straordinario hanno effettuato un sopralluogo presso l’impianto di depurazione di

Un momento del sopralluogo al depuratore

Un momento del sopralluogo al depuratore

Gallipoli, dove sono in corso interventi per il potenziamento, di importo pari a 4,9 milioni di euro, destinati a concludersi entro ottobre.

L’impegno di AQP per la città jonica prosegue con l’inserimento nel FESR 2014-2020 di un progetto preliminare per l’estensione della rete idrica e fognante, per un valore di 6 milioni di euro, e con la verifica di fattibilità finanziaria e progettuale di una condotta sottomarina, che allontani definitivamente dalla costa i reflui della depurazione.

“Ringrazio il vicepresidente e i vertici di AQP -ha detto il commissario straordinario Aprea- per la sensibilità dimostrata nei confronti di Gallipoli, come ben testimoniato dal duplice impegno per risolvere la questione sociale legata alla morosità per i canoni e per dare risposte serie e compiute a tutto il comparto idrico urbano. Sono interventi che senza dubbio andranno a migliorare, in modo sensibile, la qualità dei servizi a favore dei cittadini, un tema a cui questa gestione commissariale è stata particolarmente attenta, sin dal suo insediamento”.

 

Mimmo Larovere