Rigenerata la condotta Gioia Bari: 47 Mln di Mc di acqua adesso viaggiano in totale sicurezza

Completati i lavori di manutenzione straordinaria della condotta “Gioia del Colle-Bari”. Trasporta l’acqua del Sinni che si raccoglie nel grande lago artificiale ai piedi del Monte Cotugno, in Basilicata, adeguatamente potabilizzata dall’omonimo impianto, tra i più grandi d’Europa.

I pilastri e i tratti pensili della condotta, in cemento armato, hanno avuto bisogno di interventi su tutte le superfici delle tubazioni, dei pilastri e delle selle di appoggio. L’usura del tempo aveva deteriorato il calcestruzzo, ora ricostruito con malte speciali. Utilizzate e messe in opera diverse tipologie di resina acrilica con alta funzione protettiva e contro i fenomeni della carbonatazione.

Tutte le superfici lapidee porose sono state sottoposte a trattamento idrorepellente.

Le tubazioni e le parti metalliche, le passerelle di servizio alla lunga condotta, gli accessi metallici e la relativa carpenteria sono state sottoposte a meticoloso trattamento anticorrosivo. La parte sottostante il lungo tubo che nel corso degli anni era diventata una selva boschiva che invadeva anche la stessa condotta, è stata totalmente bonificata.

Infine, è stata effettuata la sostituzione delle botole, delle scale e delle ringhiere in ferro relativamente ai pozzetti di scarico e ai blocchi di ancoraggio.

Un’attività di manutenzione necessaria realizzata sotto la direzione dell’Ing. Gianluigi Fiori, direttore dell’Approvvigionamento Idrico e del Responsabile dei Grandi Vettori e Serbatoi, Ing. Luciano Venditti di AQP. Detti lavori hanno consolidato l’intero tratto di rete che trasporta 1,500 litri al secondo, pari a circa 47 Mln di mc totali annui.

L’importo dei lavori è stato di circa 700 mila Euro.