Salta al contenuto principale
Fogna, bianca o nera che sia, è sinonimo di vivibilità di un territorio

IscLayoutContent

Reti | 25 novembre 2020
Fogna, bianca o nera che sia, è sinonimo di vivibilità di un territorio

Fondamentale è che il sistema di canalizzazione delle acque funzioni sempre a puntino

Fogna bianca e fogna nera: la differenza non è da poco e non la si comprende facendo ricorso al compianto Gigi Proietti e alla sua barzelletta sul… cavaliere. Una cosa è certa: sono necessarie entrambe e dal loro (buon) funzionamento si comprende quanto una comunità sia avanti o indietro sulla questione della vivibilità.

La fogna nera è il complesso di canalizzazioni che serve per convogliare le acque reflue provenienti dagli scarichi delle abitazioni, dei pubblici esercizi, degli edifici pubblici e privati sino ai depuratori. La rete della fogna nera è gestita, in Puglia, da Acquedotto Pugliese, che si occupa anche della manutenzione della stessa.

Posa collettore

 

Per Acquedotto Pugliese la “regola” numero uno è che l’acqua non va sprecata. Di qui i sempre maggiori investimenti di AQP per aumentare il quantitativo di acque depurate da destinare al riuso. L’acqua, una volta depurata, può essere utilizzata in agricoltura, come anche nel ciclo industriale e per una serie di usi civici, come ad esempio il lavaggio delle auto e la pulizia delle strade.

La rete della fogna bianca è quella in cui convogliano le acque piovane, quelle utilizzate per il lavaggio delle strade, parte delle acque provenienti da altri usi civili. La rete di fogna bianca in genere è gestita dai comuni a cui spetta anche la manutenzione dei condotti e delle griglie di protezione.

Risanamento fognatura

 

Bianco o nero che sia, l’importante è che il sistema di canalizzazioni delle acque funzioni a puntino. Un cattivo funzionamento della fogna nera può comportare dispersione dei reflui nel sottosuolo e, nei casi più gravi, nella falda con gravissime conseguenze per l’ecosistema. Un cattivo funzionamento della rete di fogna bianca può, invece, avere come conseguenza gli allagamenti di strade, piazze, abitazioni e pubblici edifici in caso di pioggia. Le cronache sono piene di accadimenti di questo genere: intere città che vengono sommerse dall’acqua sia per l’eccezionalità degli eventi atmosferici sia perché le canalizzazioni delle acque piovane vanno in tilt perché è mancata la necessaria manutenzione e pulizia della rete. Dopo ogni allagamento puntualmente inizia la ricerca delle responsabilità per quello che è successo e che avrebbe potuto essere evitato con una puntuale e mirata campagna di manutenzione delle canalizzazioni.

Oltre che manutenzione, AQP ha anche grande attenzione alla sanificazione, disinfezione e derattizzazione dei collettori e tronchi di fogna nera che gestisce direttamente. Per questo pianifica ogni anno una serie di interventi finalizzati a elevare il livello di igienico delle canalizzazioni che conducono le acque reflue sino ai depuratori dove la risorsa rinasce a nuova vita.

Condividi su